Recensioni

Maestro, ciò che ho detto a freddo nello zoom circa l’utilità della Sanga è riduttivo e vorrei aggiungere che credo di aver attratto te perché ad un certo punto della mia vita non sopportavo più quel senso di “vuoto” che mi accompagnava sempre, da sola e in compagnia. Tu e la Sanga mi avete cambiato la vita. I tuoi strumenti, come tu li chiami, passati a noi e le tue parole ricche di esperienze vissute e conoscenza mi hanno proiettata in un mondo nuovo fatto di porte aperte e non più chiuse. Ogni volta che ti ascolto parlare con noi, il mio cuore è grato al Divino per averti nel mio cammino. Non avrei mai sperato di poter ricevere tanta grazia e bellezza. Questo mi sento di dire. D’altronde, ascoltando il video di Scardovelli, dove ti ho conosciuto, ho detto a pelle…eccolo, l’ho trovato! e ti ho scritto alla mail che davi alla fine del video. 🙏😊❤️

Carmela Magnifico


 

 

La Sanga mi è servita e continuerà a servirmi tanto.

Dagli incontri su zoom ho imparato veramente molto e spero di continuare a imparare, nonostante la lontananza fisica non aiuti molto.

Sono veramente grato a tutti e ti ringrazierò a vita Satya, per ciò che mi hai dato e continui a dare.

Fin dalla prima intervista su YouTube da Mauro Scardovelli, mi aveva stupito la scientificità con la quale trattavi argomenti delicati come la Spiritualità, facendomi percepire fin da subito un Senso.

Non ho mai conosciuto una persona così colta e allo stesso tempo compassionevole.

Mi sono ritrovato nella vita ad aver bisogno di strumenti psicologici che mi aiutassero, di essere circondato da persone belle, autentiche, di un vero maestro, e l’intuito mi ha portato qui.

Credo che di meglio non potessi chiedere.

Grazie alla tua guida e all’aiuto della Sanga, ho fatto delle esperienze di consapevolezza inimmaginabili ed è cambiato totalmente il mio approccio verso la vita.

Adesso ho molta più fiducia nella sua Intelligenza, cosa che mi mancava molto.

Grazie 🙏🏼❤️

Marco Paoletti


 

Satya Deva e la Sanga sono quelle braccia che aprendosi hanno mostrato lo spazio gigantico del cuore, quello dove raramente accade di trovarsi…per ri-trovarsi.

Certe volte la ragione è stata spazzata via come un soffio. Altre ha urtato, ma per vedersi allo specchio. Un percorso senza sconti eppure bellissimo. Asciutto direi! Senza fronzoli, essenziale, puntuale. Ho scoperto e scopro spazi che non credevo possibili, aperto porte dentro di me per uscire fuori da me e lasciare accadere semplicemente la Vita. Sono arrivata che ero distrutta da un crollo tutt’intorno e dentro, poi piano piano ho imparato (e imparo ogni momento) che forse proprio in quel crollo esiste la Vita e si può danzarla con passo lieve e forte perché le macerie erano sovrastrutture che spaccandosi hanno liberato e non sepolto. Ho grande gratitudine.

Ilaria Drago


 

Satya Deva e la Sanga si sono materializzati in un periodo buio del mio cammino, in cui vivere era diventato faticoso, insopportabile. Alcune sincronie hanno favorito questo incontro: a volte l’Universo, quando sembra che tutto è perduto, ti pone davanti delle opportunità e occorre essere fiduciosi, attenti nel saperle cogliere. Ed io, per mia fortuna, le ho colte. Prima dell’incontro con Satya Deva ero un essere informe, completamente identificato con i pensieri, con il corpo, con le emozioni: ero un tutt’uno! Quando un evento spiacevole e inaspettato si presentava, uno tsunami mi investiva e diventavo preda di istinti, emozioni furiose, pensieri ossessivi…mente e istinti la facevano da padroni! Tutto ciò che accadeva e che mi procurava dolore, rabbia, odio, senso d’ingiustizia…entrava in ogni singola cellula del mio corpo e, latente, condizionava le relazioni togliendomi energia, libertà, spontaneità, voglia di vivere in modo gioioso. In questi due anni, a piccoli passi, grazie agli incontri con Satya in Sanga e alle preziose condivisioni dei compagni di questo cammino che ha un cuore, ho imparato ad aprirmi, ad avere più fiducia nel prossimo e nelle numerose possibilità che la vita ci offre, a riconoscere la bellezza che si nasconde anche nelle piccole cose, ad avere maggiore consapevolezza del mio Essere. Le preziose pratiche trasmesse dal Maestro Satya mi hanno aiutata a riconoscere e ad ascoltare il mio “maestro interiore”, ad essere un’Anima migliore, fiduciosa e consapevole che nuova e ricca linfa può ricominciare a fluire. Sono molto grata di tutto ciò.

Anna Chiara Bordenga


 

Dopo oltre quarant’anni di pratica meditativa ho sentito il bisogno di provare qualcosa di nuovo, che mi togliesse da quella che, per me, era diventata un po’ una routine.

Anche se la meditazione crea un terreno di condivisione e fratellanza, spesso queste qualità si rivelano solo al momento dell’incontro settimanale e poi ognuno torna alla sua vita privata senza mettersi in gioco nelle relazioni e spesso senza fare alcun progresso nel cammino spirituale. Con Satya e la Sangha le relazioni assumono un ruolo centrale nella crescita di ognuno. Solo cercando la Verità in noi stessi possiamo veramente relazionarci con l’altro. Solo nella sincera relazione con l’altro possiamo conoscere noi stessi.

Pier Giorgio Soncina


 

 

Grazie a Satya e alla Sanga ho fatto pace con il passato, con l’infanzia e con gli errori della giovinezza. Non sento più quella vergogna, quel senso di colpa, e anche l’angoscia simile a un sasso nel petto se n’è andata. Non mi sento più in soggezione davanti a certe persone o situazioni, e ho imparato ad accettare gli altri per ciò che possono essere. Non mi sento più sbagliata, difettosa. La prima volta che ho fatto una domanda a Satya eravamo in presenza, io ero tutta curva su me stessa e piena di soggezione. Lui mi ha subito fermata e ha detto di stare dritta, e riprendere la mia fierezza. Avevo quell’atteggiamento come “chiedere il permesso di stare al mondo” e mi rendo conto che gli altri lo percepivano. Non faccio molte pratiche, ma ogni giorno trovo il tempo per connettermi con il divino in diversi modi e momenti. E spesso succede che mi ritrovo diversa davanti alle stesse situazioni o dinamiche che prima mi procuravano grandi cariche emotive. Il mio approccio alla vita sta cambiando e io ne sono infinitamente grata.

Antonella Chiapello


 

Ho incontrato Fontallorso, Satya e la Sanga qualche anno fa, non tantissimi, sicuramente potrei scrivere per ore tutti i “benefici” che ho avuto (io non avevo mai avuto maestri, mi definivo ateo, non mi ero mai avvicinato a nessun tipo di spiritualità almeno in modo consapevole).

In questo momento sento di ringraziare Satya e la Sanga perché grazie a loro a volte mi dimentico di pensare al passato, di fantasticare sul futuro, ma di riuscire a vivere il presente, a vivere completamente quello che sto facendo nel qui ed ora.

GRAZIE

🙏❤️✨

Paolo Baldini


 

Satya mi ha dato la possibilità di essere libera.

Il regalo più grande che si potrebbe mai fare.

Grazie 🙏🏻

Anche se le parole non potranno mai esprimere tutta la gratitudine

Valentina Petrucci


 

Io posso dire semplicemente che nella mia vita ho cercato molto, newage, buddismo, spiritualità varie, 7 anni di psicoterapia, laurea in psicologia, corsi vari anche di coaching, ipnosi, mindfulness, tutto per rispondere sempre alla domanda iniziale: Chi sono? Come faccio a comprendere chi sono veramente, cosa sono venuta a fare su questo piano di esistenza? tutto inutile, c’era sempre in tutta questa ricerca una non risposta o una nota stonata.

Solo qui con Satya e la Sanga, Fontallorso e tutti i compagni, comprendo di essere a casa e di potere trovare le risposte che sto cercando…e che solo io posso darmi. Grazie Satya grazie Sanga 🙏😘

Nadia Sivera


 

Al primo incontro con Satya, non ricordo le parole che ha usato ma ho percepito un “ci tengo a te…” È fantastico come da quel momento ho iniziato a sentire anche io la mia esistenza. Poi coi personaggi ho iniziato a disidentificarmi ed a trovarmi. So che sarà un cammino lungo ma ha una direzione ed un verso. E comunque vada da subito mi sento già arrivata a casa perché ho una frizzantina pace che a volte devo pure contenere.

Grazie all’Universo che ci ha fatto convergere tutti qua🙏

Maria Antonietta Murru


 

Provo molta gratitudine per Satya e la Sangha. Spesso mi commuovo nel vedere Satya che, con tenerezza, pazienza e amore, sostiene sempre tutti con grande generosità.

Grazie a Satya per tutti gli “strumenti” pratici che ci ha donato affinché possiamo ritrovare la strada di casa e riconoscere chi davvero siamo riconnettendoci al divino.

La Sangha è uno spazio intimo e prezioso in cui possiamo condividere la nostra umanità, la nostra fratellanza, la nostra verità… senza paura del giudizio. Ogni Sangha, ogni volta che vado a Fontallorso e come se andassi ad una SPA dell’anima. 🙏💖

Andrea Del Chicca


 

Ho sempre cercato la via spirituale, da molti anni pratico la meditazione, e quando, quasi tre anni fa, ho incontrato Satya, ormai da qualche anno cercavo il modo di essere più libera per imparare ad amare incondizionatamente, mi accorgevo di avere bisogni e aspettative di cui ero più o meno consapevolmente schiava e non riuscivo a trovare il modo di evolvere. In questi anni Satya mi ha dato strumenti preziosissimi che mi hanno permesso di aumentare in consapevolezza, alleggerire le catene e sperimentare un po’ di pace: sopra a tutto lo Yoga della Riconnessione e il lavoro con i personaggi, poi l’Energy Mantra, la Riconnessione, il senso dell’umorismo, le Ruote di Medicina, l’Advaita, e molto altro.

Si tratta di una avventura interiore con tante scoperte di cui sono molto riconoscente.

Il tutto con grande libertà.

Condividiamo il cammino con le compagne e i compagni di Sanga con rispetto e tanto affetto: è bello e commovente crescere insieme!

Grazie Satya!❤️🌟

Margherita Gallizia di Vergano


 

Come molti della Sanga, ho conosciuto Satya guardando le interviste di Scardovelli e Quaglietta, ma vorrei aggiungere qualcosa a tutto quello che è già stato detto e che condivido totalmente: Satya, e l’abbraccio della Sanga, mi hanno donato la capacità di entrare nella parte più negata di me stessa, mi sono aperta a quell’ascolto senza parole, ho fatto uscire le emozioni e tutto ciò che ristagnava nocivamente dentro di me da troppo tempo, mai espresso, mai condiviso, mai liberato, ha raggiunto il cuore e sono riuscita ad affrontarlo e a sentirmi liberata attraverso un lungo processo che ha visto molte fasi, fino ad arrivare al perdono, alla compassione e alla gratitudine. Satya mi ha preso per mano e con estrema delicatezza e gentilezza, mi ha insegnato ad accogliermi, mi ha insegnato “l’amorevole ascolto” e a “ripristinare” la mia relazione con il Divino.

Sono diventata madre, madre di quella bambina arrabbiata, tradita, sofferente, chiusa nel rifiuto e che non si fidava più di me. Non posso dire che sia stato facile e neppure indolore ma Satya, la prima volta che ci siamo sentiti al telefono, mi aveva avvertita e questa volta non sono fuggita.

Questo impegno con me stessa è diventato parte integrante di ogni mio giorno, i benefici sono stati tanti perché, migliorando il rapporto con me stessa, sono migliorate le relazioni con chi mi è accanto, con il mio passato, con il mio quotidiano, e oggi posso dire che quel giudice colpevolizzante e autolesionista che prima faceva da padrone dandomi la sensazione di essere una foglia al vento, è diventata una flebile voce che so riconoscere e osservare. Grazie Satya, l’incontro con te e con la Sanga, mi ha cambiato la vita, a volte ci parli dei tuoi progetti, di quello che vorresti ancora fare e costruire, ma quello che “ricostruisci” dentro di noi, è senza dubbio il progetto più grande e di inestimabile valore. Grazie Universo per aver questo incontro salvifico, grazie Famiglia ❤️❤️❤️✨✨✨

Michela De Marco


 

Prima di incontrare Satya, pensavo che fosse normale, quanto inevitabile, ingoiare continuamente il dolore che sentivo.

Ignorarlo, fingere di non vederlo, provocarmene altro, attraverso scelte che non mi appartenevano, ma che mi rendessero più allineata con il pensiero comune e con la “diseducazione” ricevuta dai miei genitori.

Mi sentivo completamente persa, dilaniata, tirata forte da una parte e dall’altra.

In bilico fra il tentativo di una ribellione violenta e la contrapposta tendenza a tornare in gabbia.

Oggi sento che il cammino per me è ancora lungo…ma è totalmente immerso nella speranza di ricompormi, di trovare, finalmente, un’intima coerenza fra ciò che faccio e ciò che sento.

“Dentro” e “fuori” non sono più così distanti.

Grazie ❤️

Sara Vocale


 

Era maggio 2020, tempo di covid. Ho visto su you tube l’intervista di Satya con Scardovelli. Mi ha colpito la voce di Satya e la calma, la serenità con cui rispondeva alle domande.

Ho subito telefonato e mi ha risposto proprio Satya, mi ha dato un appuntamento in sangha per la settimana successiva.

Non mi sembrava vero! Per la prima volta era tutto semplice e naturale!

Dal primo appuntamento nella sangha mi sono sentita a casa. E da lì è cominciata una trasformazione lenta ma costante sulla Via del risveglio.

Satya ha creato una realtà meravigliosa dove regna l’assenza di giudizio e l’amore incondizionato per tutte le creature.

Di questo sarò per sempre grata al Divino che mi ha condotto fin qui, grata a Satya e a tutti voi✨❤️

Patrizia Chetta


 

È unico e inestimabile avere Sanga e Satya con cui potersi aprire e mettersi a nudo, con i nodi emotivi e karmici che ci dividono dal sentire il Cuore. A volte è più facile, altre volte attaccamenti e abitudini ereditate rendono la situazione più pesante. Il Cammino è reale.

Andrea Dini


 

Un gran lavoro con la Sangha e grazie alle tecniche che Satya ha voluto condividerci, ho visto e poi abbandonato tanti infelici schemi comportamentali, ottenendo come risultato una vita più semplice e autentica…

C’è stato in me un aumento di energia, consapevolezza, presenza e di conseguenza sono cambiate positivamente le relazioni con la mia compagna, con i miei figli, i miei famigliari, gli amici e i colleghi di lavoro…

Colmo di gratitudine ringrazio il Divino, Satya e la Sangha.

Diego Guizzo